Giancarlo Lamonaca

Works

Senza titolo (Birgit), 2012, 334 x 386 cm, installation view

Senza titolo (Birgit), 2012, 334 x 386 cm, installation view

ArtFarm - Pilastro 2012

 

Un vento fresco e capriccioso fischia per la Bassa. Energico stimolo che oblitera in un lampo l'inquietudine e il saturnismo dei perplessi.

L'undicesima edizione di ArtFarm è l'occasione per un contatto con la natura, negli spazi di Ca' Ottolina, una casa di campagna che ha origini seicentesche e che i proprietari con senso estetico e creatività stanno portando a nuova vita.

 

Le opere in mostra sono collocate in alcuni ambienti della villa e nei vari fabbricati (l'ex-stalla, gli essiccatoi del tabacco, le rimesse per gli attrezzi). Altri interventi sono sparsi negli spazi all'aperto (giardino, aia, porticati) e combinano i più disparati linguaggi del contemporaneo: ci sono infatti installazioni, fotografie, sculture, progetti, video.

Questa edizione propone in totale venticinque autori, principalmente italiani con la presenza di alcuni artisti che provengono dall'Austria, dagli Stati Uniti, dalla Spagna.

Per la prima volta viene presentata una sezione curata da Luigi Meneghelli dal titolo/tema “The Body The Space“ (Il corpo, lo spazio) in cui si cerca di cogliere e interpretare “lo spirito del luogo”. Gli artisti invitati in questa sezione (Andrea Bianconi, Matteo Cavaioni & Tiziano Olivieri, Sara Faccin, Giancarlo Lamonaca, Valentina Miorandi, Diego Morandini Stefano Scheda, Massimo Reniero, Silvia Vendramel, Nicola Vinci) propongono immagini, oggetti, azioni che si inseriscono nel labirinto degli spazi, nel tentativo di oltrepassare ogni formalismo in favore di un cortocircuito visivo che mette in scacco le nostre abitudini percettive. Qualcuno ha detto che gli uomini sanno costruire le case soltanto dall'esterno. Questa mostra vuole fare prospettiva sul lavoro interiore, minimo, familiare. Vuole paradossalmente essere “femminile”, fondandosi su qualcosa di domestico, sulle fatiche quotidiane, sul “darsi alle cose, per perfezionare la loro bellezza”.

Questo è solo il nucleo iniziale (il collaudo) di quello che intende essere il leitmotiv della prossima edizione (2013) e che andrà a coinvolgere tutti gli spazi di ArtFarm.

 

Tutti gli artisti presenti:

Manuela Bedeschi, Tiziano Bellomi, Andrea Bianconi, Matteo Cavaioni & Tiziano Olivieri, Renate Egger, Steve Ingham, Giancarlo Lamonaca, Sara Faccin, Laboratorio CPS Mantova (di Marco Ambrosi e Daniela Rosi), Valentina Miorandi, Christine Nehammer-Markus, Iolanda Martini, Diego Morandini, Marco Polazzo, Umberto Polazzo, Johnny Ragusa, Massimo Reniero, Wilhelm Roseneder, Gabriel Sala, Luigi Scapini, Stefano Scheda, Matteo Serafini, Lawren Spera, Silvia Vendramel, Nicola Vinci.

The installation of the work "senza titolo (Birgit)".